Dopo il consiglio comunale monotematico del comune di Pozzuoli del 11.12.2017

Tanto entusiasmo….e poi il nulla.

Ieri la politica ha dimostrato quanto è lontana dalle esigenze dei cittadini.

Il Comitato per il recupero delle Monachelle e l’associazione Percorsi Cumani esprimono profondo rammarico per quanto accaduto ieri in consiglio comunale a Pozzuoli.

Un finto consiglio monotematico “aperto” in cui si è impedito alle associazioni di poter svolgere un intervento per illustrare le motivazioni che hanno portato alla petizione.

Guarda la discussione preliminare tenuta il 25 novembre presso l’istituto Pareto

Un atto grave agli occhi della città.

Un coro unanime (o quasi) di consensi (a chiacchiere!) da parte dei consiglieri comunali di Pozzuoli sulla petizione popolare riguardante la rigenerazione urbana della linea di costa e il libero accesso al mare giunta in aula grazie ai consiglieri di minoranza.

Tuttavia, al momento di votare un atto di impegno concreto sulle richieste dei cittadini di compiere un sopralluogo con i tecnici comunali lungo la costa per verificare gli ostacoli al libero transito e gli scarichi e convocare un tavolo di lavoro sulla proposta di percorso ciclo pedonale costiero, è giunto un assordante NO, da ciascuno dei consiglieri della maggioranza.

Senza se e senza ma.

Solo cavilli politici che non interessano ai cittadini, superabili con la buona volontà (se ce ne fosse stata).

Nessun atto formale di impegno verso i cittadini.

Nessun rispetto da parte del Sindaco per i propri cittadini, presenti, rispettosi e disgustati nell’assistere ai teatrini politici durati sei lunghissime ore per nulla.

La petizione:
La petizione presentata in consiglio

L’assessore Gerundo ha esposto la visione allargata di ciò che vorrebbero realizzare aderendo al masterplan, senza rispondere in merito alle richieste dei cittadini, nell’immediato.

Alcune posizioni espresse dal consigliere Tozzi che ha definito abusivi i cittadini che si sono adoperati per ripulire l’area sono di una gravità inaudita offendendo il lavoro e l’impegno dei cittadini realizzato in base al principio costituzionale di sussidiarietà, sempre informando l’amministrazione.

Da liberi cittadini, spettatori muti, di tante inesattezze, ci sentiamo profondamente amareggiati e traditi.

I liberi cittadini del Comitato per il recupero delle Monachelle.


Sul canale YouTube del Comune di Pozzuoli trovate la registrazione di una parte del consiglio:

Incontro con associazioni Dedalus – Zapoi

COMUNICATO STAMPA

Ragazze e ragazzi migranti donano giostre per bambini all’Ex Convitto Monachelle di Arco Felice

Si è svolta nella giornata del 9 dicembre presso l’Ex Convitto delle Monachelle di Arco Felice l’inaugurazione della struttura in legno realizzata da ragazze e ragazzi migranti partecipanti al laboratorio di falegnameria organizzato dalla cooperativa Dedalus con la collaborazione dell’Associazione Zapoi.  

Tale corso è stato organizzato con il contributo del fondo regionale “Asilo Migrazione e Integrazione”  ed è stato rivolto ai giovani migranti che già frequentano la scuola di italiano della stessa cooperativa Dedalus.

All’interno di tale laboratorio i ragazzi hanno realizzato, con l’aiuto dei tutor dell’Associazione Zapoi, una struttura in legno dall’altezza di quasi tre metri e di oltre 4 metri di lunghezza che funge da strumento di gioco e sport per bambini e ragazzi.

I pezzi componenti la struttura sono stati realizzati dai ragazzi presso il laboratorio dell’Associazione Zapoi (sito a Porta Capuana in Napoli) ed assemblati nel luogo di destinazione cioè il giardino dell’Ex Convitto Monachelle.

“La decisione di realizzare un manufatto che fungesse da contributo al progetto di riqualificazione dell’Ex Convitto delle Monachelle ci è sembrata un’ottima proposta da sottoporre ai ragazzi partecipanti al laboratorio – riferisce Raffaela dell’associazione Zapoi-; devo dire che dai ragazzi la cosa è stata accolta molto positivamente e dopo un sopralluogo congiunto con il Comitato si è scelto di realizzare una struttura rivolta a bambini e ragazzi”

“I laboratori che abbiamo attivato all’interno del fondo regionale<< asilo, migrazione e integrazione>>  – continua Anna della Cooperativa Dedalus-  servono a consentire a questi ragazzi di trovare un canale d’integrazione attraverso la pratica di attività laboratoriali. Abbiamo supportato la richiesta di realizzare una struttura da donare al giardino dell’Ex Convitto delle Monachelle poiché abbiamo ritenuto  molto formativa l’ottica di realizzare un circolo virtuoso di presa in carico, da parte della collettività tutta migranti compresi, dei beni del nostro territorio.”

“Come membri del Comitato Ex Convitto Monachelle – sottolinea Vincenzo cittadino attivo del Comitato- abbiamo apprezzato molto la proposta fattaci sopratutto perchè la decisione di cosa realizzare è venuta fuori in un interessante dialogo tra le necessità evidenziate dal Comitato, le idee dei ragazzi e la natura del luogo.”

“ Secondo noi una collettività è costituita da tutti i soggetti che vivono il territorio e per questo abbiamo scelto di supportare il percorso di un gruppo che sta tentando di riqualificare un bene per molti anni abbandonato” conclude Silvia dell’associazione Zapoi

“Cogliamo l’occasione per invitare tutti a vivere e far rivivere questo stupendo luogo– aggiunge Andrea cittadino attivo del Comitato-. Ricordiamo di consultare la pagina facebook per conoscere i prossimi eventi che si terranno presso l’Ex Convitto Monachelle e sopratutto invitiamo tutti a partecipare lunedì 11 dicembre alle 14.30 al consiglio comunale monotematico sulla linea di costa, un altro ineliminabile punto di questo procedimento di riqualificazione”

Pozzuoli-Napoli

9-12-2017

CONTATTI

Cooperativa Sociale Dedalus

https://www.facebook.com/dedaluscoop/
http://www.coopdedalus.it/

Associazione Zapoi
https://www.facebook.com/zapoinapoli/
http://zapoi.org/

Comitato Ex Convitto Monachelle
https://www.facebook.com/comitatoexconvittoMONACHELLE/
https://www.monachelle.org/

Pagina “Aiutaci”

Abbiamo aggiunto la pagina “Aiutaci” per permettere a chi volesse darci una mano, ma non sappia come, di avere alcuni spunti per partecipare a questa avventura. La pagina sarà aggiornata con le necessità del momento.

Il sito è in continua evoluzione, invitiamo chi avesse idee riguardo la sua strutturazione a proporle tramite i canali di comunicazione esposti in fondo alla pagina.