Attacco di ditta e vigili sulla casetta

Stamattina c’è stata un’operazione congiunta di ASIA, Napoli Servizi e dei vigili urbani puteolani. Di fronte al tentativo di chiudere la casetta dell’ex custode, abbiamo tentato di resistere a questo abuso di potere da parte dell’amministrazione circostante.

Non è chiaro quale sia la motivazione di questa ennesima chiusura, dato che è verificato che la casetta non fosse presente nell’ordinanza di sgombero del mese scorso.

Dietro le sbarre

Abbiamo presenziato con alcune persone nelle aree esterne e altre chiuse all’interno della casetta. Abbiamo invitato la ditta che si sta occupando dei lavori a relazionarsi con la Napoli Servizi o con l’assessore Clemente, perché si produca una carta scritta che ordini di fare i lavori presso la casetta del custode.

La volontà politica di Napoli si esprime con parole dolci a nostro sostegno, mentre i fatti degli ultimi mesi stanno solo dimostrando astio e indifferenza, che danno adito ai comportamenti da bulli del comune e delle forze dell’ordine di Pozzuoli.

Cacciata dalla casetta

1 commento su “Attacco di ditta e vigili sulla casetta”

  1. Si richiede pertanto l’intervento degli organi di stampa per aiutare i cittadini campani nel far luce sulle vere questioni inerenti l’interdizione alla cura ed alla fruizione di un bene comune come L’ex Convitto Monachelle.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.