Sabato della comunità

8 settembre 2018: uncinetto, braciata e lavori

Questo sabato mattina nei giardini delle Monachelle si è potuto assistere all’arte dell’uncinetto

Per conoscere altri lavori simili e seguire il progetto visita https://www.facebook.com/LanaChiacchiereECaffe/

Braciata

Dopo un pranzo insieme abbiamo messo mano agli attrezzi ed abbiamo lavorato al salone centrale dell’ex convitto, installando un punto luce, che sarà d’aiuto nella prossima occasione.

Faretto a LED

Sabato e domenica prossimi infatti saranno dedicati allo spargere sulle superfici interne la calce. Si tratterà di un compito più lungo che faticoso, quindi se vuoi dare una mano nel lavorare, oppure vuoi farci compagnia preparando un caffè sul posto, sei ben accetto.

Lascia un commento in modo da organizzarci al meglio.

Portiamo la luce agli abitanti delle Monachelle

Un gruppo di volontari ha iniziato nell’ultimo mese a lavorare per rendere sensibilmente più dignitosa la vita dei senza fissa dimora che stanziano presso l’ex convitto Monachelle.

Giovedì 28 giugno 2018 hanno piazzato dei faretti con sensore di movimento, per illuminare le scale laterali che portano al primo piano, le quali sia di giorno che di notte versano nel buio pesto e recano rischio di caduta a chi le attraversa.

L’operazione continuerà fino ad arrivare al corridoio grande del primo piano e, per quanto possibile ed in collaborazione con gli occupanti, fin dentro le singole stanze abitate.

Abbiamo già visto le condizioni disumane in cui si trovano tali persone, la luce è il primo bene fondamentale che viene portato loro. È prevedibile quale debba essere il prossimo.

Pomeriggio alle Monachelle

Le attività di martedì 19 giugno 2018

Allestimento del castelletto per bambini.

Lezione di fronte al mare.

Lettura ad alta voce.

Dentro i saloni del convitto si discute allo sportello sociale.

Proiezione cinematografica con il nuovo impianto video.

Murales sulla guardiania

Stamattina è venuto a farci visita un artista che ha donato una decorazione alle mura spoglie delle Monachelle.

La tappa delle Monachelle fa parte di un tour che sta facendo in tutta Italia, scambiando la creazione di murales in cambio dell’insegnamento di ricette locali.

A Materdei ha già assaggiato salsiccia e friarielli, chissà cosa proverà qua a Pozzuoli.

Accogliamo questi atti spontanei ed invitiamo sempre chi vuole ad esprimere la propria creatività dove idoneo.

Guarda il video dell’artista all’opera


Al contrario, abbiamo notato nella stessa mattinata un atto definibile di vandalismo. Un tavolo di legno appena posizionato è stato ricoperto di scritte a pennarello indelebile.

È un vero peccato che qualcuno si dia da fare per creare questi oggetti, perché poi vengano ridotti in questo stato.

Se Crazy ed il suo compare vogliono esprimere il proprio stile, ci sono molti luoghi spogli dell’ex convitto che possono beneficiare di un po’ di colore. Non c’è bisogno di vandalizzare un bene comune.

In arrivo un tavolo per i più piccoli

Il tempo del barbecue è arrivato. Le Monachelle non sono rimaste impreparate e si sono attrezzate con fornaci fisse e con ruote, per accogliere tutti i visitatori nei loro pic-nic.

Allo stesso tempo, il laboratorio di falegnameria continua a sfornare gioielli.

A breve, ai tavoli presenti nei giardini dell’ex Convitto Monachelle se ne aggiungerà un altro, ed uno dedicato ai più piccoli.

L’accessibilità degli spazi riguarda anche loro.

Vi aspettiamo per pranzare tutti insieme.

Non ci manca quasi niente per fare invidia ai migliori resort marini… portate solo una bottiglia d’acqua!

Avviamo la ciclofficina

Stiamo per avviare il laboratorio di riparazione delle biciclette: la ciclofficina!

Abbiamo posizionato il banco da lavoro nella terza sala lato mare del convitto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’idea finale sarebbe però di posizionarla presso l’ex guardiania, il piccolo immobile quadrato che affaccia proprio sui binari del treno, ma va sistemato prima di poter essere operativo.

Nell’attesa inizieremo ad usare il laboratorio dove si trova ora.

Ci sono varie cose da fare per portare alla luce questo progetto:

  1. Raccogliere attrezzi

    Le biciclette non si ripareranno da sole, e nemmeno con la semplice buona volontà. Servono attrezzi per lavorare con la meccanica, se ne hai a casa di inutilizzati, porta ciò che puoi, c’è necessità immediata. Sarà di aiuto per tanti altri!

  2. Procurare pannelli a muro e basi di appoggio
    I pannelli verticali servono per appendere e tenere ordinati gli attrezzi. Tavoli resistenti sono necessari per lavorare al meglio.
  3. Iniziamo ad organizzare gli spazi

    Domenica mattina, 29 aprile 2018, ci incontriamo per sistemare e pulire gli spazi della ciclofficina. Se vuoi dare una mano, è l’occasione perfetta per incontrarsi!

La ciclofficina è uno spazio in cui imparare insieme a riparare la propria bicicletta. La proposta è di tenere una sessione di riparazione il lunedì mattina, una di prestito il sabato.

Le biciclette donate ed aggiustate, infatti, andranno a formare un complesso di mezzi disponibili al prestito per i visitatori, con particolare attenzione verso i bambini.

Altalene ed amache in vista dell’estate

Iniziamo a prepararci per la bella stagione…

Alle Monachelle circolano sempre più persone: genitori e bambini, studenti, skater, writer; chi porta i cani a fare una passeggiata, chi si stende al sole.

Le due altalene che affacciano sul mare oramai sono sempre occupate, allora ci siamo fatti venire un’idea: costruiamone altre!

Nello spazio tra la casa dell’ex custode e gli orti ci sarà un angolo tranquillo in cui dondolare sull’altalena oppure riposare sull’amaca.

Sono tantissime ancora le cose che si possono realizzare, serve solo la forza di qualcuno che voglia renderle reali: un barbecue in muratura; una palestra all’aperto; etc.

 

Se vuoi migliorare questo luogo, vieni a darci una mano!