Pulizia del sabato: igienizzazione degli ambienti interni

Come da tradizione, i monaci delle Monachelle si sono incontrati il sabato mattina per prendersi cura del caro convitto.

Questa settimana, come nelle ultime, si è posta l’attenzione alla pulizia dei locali interni vicino l’ingresso principale.

Mentre i giovani mettono a disposizione le loro forze per portare fuori i residui di tanti anni di abbandono a forza di pala e carriola, gli altri danno il proprio contributo effettuando pulizie più leggere, ma non meno importanti e necessarie.

Entro l’inverno si spera di realizzare un ambiente polifunzionale, in cui ospitare attività di teatro, concerti, laboratori, coinvolgere migliaia di persone e continuare a fare quello che facciamo da ormai più di un anno: cambiare la vita dei cittadini dei Campi Flegrei.


Se vuoi partecipare alla rivoluzione dei beni comuni, vieni a discutere, esci di casa, staccati dalla televisione e dal telefono e lascia la tua impronta in un mondo che ti vuole passivo consumatore.

Ti aspettiamo ogni mercoledì pomeriggio in assemblea, il sabato mattina in panni da fatica e la domenica in costume!

Comunicato stampa Carnevale

COMUNICATO STAMPA Comitato Ex Convitto Monachelle

Nel pomeriggio del martedì grasso in maniera goliardica il Comitato Ex Convitto Monachelle ha organizzato una sfilata con monaci, monachelle, munacielli e Madri badesse dal complesso dell’Ex Convitto fino alla Piazza di Arco Felice portando alla testa del colorato corteo una fontana d’acqua.

Questa iniziativa carnevalesca, oltre l’intento ludico, ha voluto ribadire la posizione del Comitato che oramai da lunghi mesi si batte per ottenere una fontana di acqua pubblica sulla spiaggia libera di Arco Felice.

Molte le promesse vane che l’amministrazione comunale ha fatto a tutti i cittadini su questo tema… si è partiti con la promessa dell’Assessore all’Ambiente nonché vice Sindaco Dottoressa Zabatta che aveva detto che avrebbe fatto installare la fontanina per poter svolgere nell’area demaniale vicina alla spiaggia libera la festa dell’albero cioè il 21 novembre dello scorso anno. Naturalmente non è stata installata alcuna fontana e l’amministrazione ha anche deciso di svolgere la festa dell’albero altrove.

Si è proseguito con la dichiarazione, da parte del Comune, che la spesa richiesta fosse di oltre 40.000 euro e pertanto il Comune riteneva di non poter utilizzare tutti quei soldi per una fontanina; pertanto, con una spesa MOLTO inferiore, il Comitato AUTOTASSANDOSI ha inteso installare la fontanina e mettere il tubo fino al punto di allaccio chiedendo poi all’amministrazione comunale di Pozzuoli di eseguire materialmente l’allaccio…attività che il Comune non ha mai inteso eseguire!

In occasione del Consiglio Monotematico sull’Azione Mare il Sindcao Figliolia ha indicato come non condivisibile il modo d’azione del Comitato ma ha ritenuto GIUSTA e CONDIVISIBILE la rivendicazione portata avanti!!

Ma ad OGGI nulla più si è mosso! Della fontanina…nemmeno l’ombra!

Eppure basterebbe pochissimo, un dipendente comunale che in 10 MINUTI allacci alla rete il tubo acquistato e impiantato dal Comitato!

Per questo oggi siamo scesi in piazza in modo colorato, ravvivando l’atmosfera di questo martedì grasso, facendo una piccola sfilata di carnevale ma senza che questa frivolezza dei modi possa inficiare la serietà dei contenuti ed della rivendicazione cioè la richiesta di una FONTANINA di Acqua Pubblica per la Spiaggia pubblica di Arco Felice!

Comitato Ex Convitto Monachelle

Contatti
FB: Comitato Ex Convitto Monachelle
www.monachelle.org

Mercoledì ore 18.00 Assemblea del Comitato

Acqua pubblica alle monachelle

Ricordiamo che:
Il 20 Aprile 2017 e’ stata inviata una lettera al sindaco di Pozzuoli, con la quale si informava che il 25 Aprile 2017, diverse associazioni, iniziavano a prendersi cura del Bene Comune/Pubblico/Popolare dell’area ex convitto monachelle.
Nella lettera si precisava che: La riappropriazione del bene mare da parte della popolazione flegrea e la promozione di stili di vita pro salute non è disgiunta dal decoro urbano, che assicuri anche una FONTE DI ACQUA POTABILE oltre alla pulizia dell’area, con la raccolta e smaltimento dei rifiuti.
In seguito, nel mese di maggio, un esponente del comitato Monachelle ha chiesto ed incontrato il sindaco Figliolia per capire come, e se era possibile, ottenere che l area pubblica delle Monachelle, venisse dotata e servita da una fontanina di ACQUA pubblica. La risposta del sindaco fu un perentorio NO.
In seguito, a fine agosto, il sindaco ha dato mandato all’assessore Gerundo e l’assessore Zabatta per un incontro con il comitato Monachelle, dichiarando che l’amministrazione riconosceva l’opera meritoria svolta dal comitato .
Il comitato, e/o le associazioni, che operava nella cura delle Monachelle, è stato invitato a sedersi intorno ad un tavolo istituzionale, coordinato dall’assessore Gerundo, per proseguire l’opera di cura e di riqualificazione dell’area, a cominciare dai tratti di demanio e di competenza comunale.
Da parte del comitato fu fatto presente che per riqualificare l’area e renderla civilmente fruibile alcuni interventi necessitavano di tempi medi o lunghi altri invece come una fontanina d ‘acqua era possibile metterla in pochi giorni.
Ebbene fu nel corso di un incontro al comune con i due assessori, incontro videoregistrato online e trasmesso in diretta Facebook, che lo stesso assessore Gerundo ipotizzava una possibile data prima del 21 novembre. Al successivo incontro l’assessore Zabatta dichiarava che, sentito i tecnici del comune, era troppo oneroso per le casse comunali (30 o 40 mila euro) portare l’acqua alle monachelle.
Gli fu detto che, per Noi del comitato, in realtà era semplicissimo e realizzabile con poche centinaia di euro.
Infatti con un piccolo intervento di uno dei “Monacielli” è stata posizionata una fontana con relativo impianto fino a due centimetri dalla fonte comunale (tubo a T che porta acqua alla scuola Vittorio Emanuele).
Con foto allegate ad una email inviata all’assessore Zabatta gli si chiedeva o di inviare la squadra di operai comunali oppure (per fare prima e risparmiare soldi) autorizzare il comitato a provvedere nell’allaccio.
In ulteriore incontro l’assessore riferiva che per il comune era opportuno mettere un contatore, a carico del comune per avere il monitoraggio del consumo.

Poi, ancora, che avevano necessità di autorizzazione da parte del comune di Napoli. Bene, il 27 dicembre 2017 una delegazione del comitato è stata ricevuta a Palazzo San Giacomo dall’assessore al Patrimonio del comune di Napoli e ha raccolto ampia condivisione e disponibilità ad incontrare e dare autorizzazione necessaria al rappresentante del comune di Pozzuoli per posizionare e mettere impianto di fontanina di acqua (se l’impianto deve passare in area di proprietà del comune di Napoli).
Il comitato su richiesta dell’assessore del comune di Napoli si è attivato per organizzare un incontro congiunto tra i rappresentanti dei due comuni. Incontro previsto per giovedì 4 gennaio 2018.
Intanto sono passati ben 4 mesi. Il 2017 è passato. Speriamo che il 2018 porti “bene comune” per tutti/e.

Post di origine: https://www.facebook.com/groups/pozzuolioltre/permalink/1991929254464902/

Acqua pubblica alle Monachelle

Una fontana per i cittadini che frequentano la spiaggia libera delle Monachelle ed un’altra per il parco verde nell’area dell’ex convitto delle Monachelle.

È con vero piacere che il comitato ex Convitto Monachelle annuncia un prossima installazione (entro la fine del mese di Novembre, probabilmente il 21 novembre come auspicato dall’assessore Gerundo, giornata dell’albero) di 2 fontane pubbliche nelle aree demaniali del comune di Pozzuoli per favorire la riqualificazione di tutta l’area.

Durante l’incontro del 30 ottobre 2017 svoltosi presso l’istituto Pareto coordinato dal comune di Pozzuoli e che ha visto presenti il dirigente dell’istituto che ci ha ospitati dott.ssa Donatella Magnasca, il presidente dell’associazione di categoria Balneari, nonché concessionario del Lido Cala Felice, il concessionario di Day Dream, alcuni insegnanti del Pareto, l’assessore alla pubblica istruzione dott.ssa Anna Maria Attore, l’assessore alla Pianificazione e Governo del Territorio, Patrimonio dott. Roberto Gerundo, il vicesindaco ed assessore all’Ambiente e tutela della salute dott.ssa Fiorella Zabatta, ed una delegazione del comitato Ex-Convitto Monachelle, sono state avviate le fasi di confronto per una progettazione condivisa per la riqualificazione socio-ambientale di alcune aree demaniali circostanti il convitto.

L’obiettivo: Interventi di sistemazione e di recupero dell’area individuata per una fruizione dignitosa e civile da parte della cittadinanza tutta.

L’area in questione va tutelata e presidiata, attrezzata con strutture leggere, rimovibili e sostenibili per la fruizione per l’intero arco dell’anno e non solo d’estate. Questa la linea “politica” condivisa dai presenti.

L’istituto Pareto inizierà una progettazione condivisa (già operativi studenti e docenti del geometra) per meglio caratterizzare le aree per lo sport ed il tempo libero su particelle individuate dal Comune.

I progetti saranno poi condivisi e realizzati con le realtà presenti: scuola, enti, imprese, cittadinanza.

Nel more della realizzazione e completamento della riqualificazione dell’area, l’amministrazione comunale ha dichiarato, per quanto di propria competenza, di voler procedere:

  • alla installazione di 2 fontane pubbliche;
  • alla verifica ed eventuale bonifica e risanamento di un pozzo di acque nere individuato durante la pulizia di Agosto da parte del personale comunale, nell’area del canneto, confinante con Calafelice;

  • alla verifica, con la Prysmian e l’Arpac, di alcuni scarichi prossimi all’insediamento industriale;

  • alla regolamentazione dell’accesso per impedire le scorribande dei motorini;

  • al miglioramento dell’illuminazione e delle caditoie del sottopasso coinvolgendo l’EAV;

  • alla illuminazione delle aree demaniali circostanti attraverso l’utilizzo di materiali e tecnologie che possano contenere l’inquinamento luminoso ed lo spreco di risorse energetiche;

  • alla installazione di alcuni bagni pubblici in costruzione ecosostenibile (bioedilizia).

La vicesindaco, per mantenere la promessa di approvvigionare l’area con fontanine di acqua pubblica, ha prontamente coinvolto il funzionario Di Procolo per una stima dei costi di installazione.

Dopo aver ricevuto risposta che tale realizzazione sarebbe costata alle casse comunali circa 40.000€, la dottoressa Zabatta ha voluto organizzare un sopralluogo per verificare di persona.

Il sopralluogo avvenuto nel giorno seguente da parte del vicesindaco e di tecnici del comune ha dato ottimi risultati. L’ installazione potrà avvenire con poche migliaia di euro poiché in zona esiste già una condotta di acqua proveniente dall’acquedotto comunale.

Sarà sufficiente spostare il contatore intestato al signor Trinchillo a confine con l’area ricevuta in concessione (lido Cala Felice) ed attivare un nuovo rubinetto, vista anche la disponibilità espressa dallo stesso a trovare una soluzione durante l’incontro sopra citato.

Un ringraziamento particolare alla dottoressa Fiorella Zabatta che con la sua determinazione ha voluto dare, a tutti i costi, una spinta nella giusta direzione: rendere i luoghi abbandonati punti di socialità per la comunità Puteolana e dell’area flegrea.